lunedì 15 febbraio 2010

Arte - Infanzia - Léon Bazile Perrault

Stasera  scrivo questo post su Léon Perrault , un artista francese pressochè dimenticato dalla critica, in ricordo di un'amica che da tempo non c'è più... 
Parlando di dipinti che raffigurano bambini  le nostre interminabili discussioni ricadevano sempre su: " è meglio Perrault o Munier?" Al tempo lei preferiva Perrault ed io Munier.
Oggi sottoscriverei questo pensiero di A. Chekhov " le opere d'arte si dividono in due categorie, quelle che mi piacciono e quelle che non mi piacciono" e quando, come nel nostro caso, i due artisti piacevano ad entrambe, diventa superfluo stilare una classifica.
In fondo per una non esperta, sostanzialmente una osservatrice emotiva, come me,  l'arte è guardare, interpretare, apprezzare, criticare e, infine, capire se un'opera mi piace o meno.

 
In punizione

 
Amore e innocenza

 
Venditrice di fiori

 
Giovane madre col bimbo che dorme

 
Putto che dorme

 
Fuori al freddo

 
Una storia interessante

 
La freccia di Cupido



4 commenti:

Anonimo ha detto...

Merci Carmen pour ce cours sur l'art et dans mon cas, il y a du boulot.
Je suis tout à fait d'accord, pas de classement, de la tolérance et rechercher de l'émotion, l'art c'est la vie, c'est une rencontre.
Amitiés.
Yvon

Cristina ha detto...

Che meraviglia Carmen, tantopiù che non è cosa facile dipingere le mille espressioni diverse dei bambini!
Ciao. Cristina

Irene ha detto...

Anche io avrei detto Munier, ma siamo ad altissimi livelli, quindi le classifiche non sono mai definitive. Quanto al ritrarre bambini, è una fatica infamante, ce li portavano talvolta a scuola come modelli viventi, ma era un dramma, per quanto cercassero di stare fermi... "bisogna coglierli" era il motto, ma avremmo preferito cogliere un mazzo di carciofi : )) irene

Carmen ha detto...

Mi ha sempre affascinata Munier, i suoi bimbi, oltre che curati fino nei minimi dettagli, hanno espressioni "cattura anima".

Condividi