domenica 7 febbraio 2010

Genova

Amo Genova:
  • per i genovesi, così chiusi e di poche parole ma grandi di cuore
  • per il tramonto a Boccadasse, a Nervi e al Porto antico
  • per il contrasto fra il vecchio ed il nuovo, il Medioevo vicino alla modernità
  • perchè in pochi minuti vai dal mare a monti
  • perchè focaccia, farinata e pesto, benchè ovunque imitati, solo qui sono "speciali"
  • perchè "Genova non è mai una cosa sola. Ma sempre due cose assieme, o tre, o quattro. Sempre, in ogni suo luogo, circostanza e anima" (Maurizio Maggiani)
  • perchè "Genova è un'idea come un'altra" (Paolo Conte)
  • perchè nonostante chilometri e chilometri di vicoli riesco a non perdermi più nel centro storico
  • perchè posso indicare ad un turista come uscire dal centro storico
  • perchè nella Genova vecchia si ricorda De Andrè in ogni angolo
  • per i vecchi cancelli, gli archivolti, le colonne, le edicole votive
  • perchè a naso in su nel centro storico scopri sempre qualcosa di nuovo
  • per i "caruggi" e le migliaia di "creuze" (che fatica salire e scendere però!)
  • per la funivia a cremagliera di Granarolo
  • per la funicolare del Righi e quella di S. Anna
  • per il vento di tramontana che rinfresca la "maccaia" estiva. Un po' meno d'inverno...
  • perchè dopo una giornata di tramontana il cielo è terso così (foto di oggi - zona Porto antico)

 
Commenda e Chiesa di San Giovanni di Pre

 
il galeone Neptune

l'acquario

 
facciata di Palazzo S. Giorgio

 
Piazza Caricamento

 
la Biosfera di R. Piano

 
il Bigo

 
la gru idraulica Tanner & Walker (1888)

 
Porta Siberia

 
il Duomo - Cattedrale di San Lorenzo

 
una delle centinaia di edicole votive del centro storico 

  
tipica "creuza" (zona Castelletto/Righi)

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Tu l'aimes ta ville Carmen, tu as bien raison, elle est magique,le passé,le présent,le mystère se promènent dans ses rues.
Ils sont marqués pour toujours ceux qui y sont nés et ont joués dans ses rues. Aimer sa cité, quelle chance.
Yvon

Carmen ha detto...

Gênes, comme toutes les villes "vieilles" ne connaît pas demi mesures ou on l'aime beaucoup, ou on l'aime pas. Merci Yvon pour le commentaire très raffiné (comme d'habitude). Bonne nuit ou bonne Journée! Carmen

Cristina ha detto...

Bellissime foto della nostra città, e finalmente un po' di sole, speriamo che duri!
'Notte.

Irene ha detto...

Anche io amo tantissimo Genova, per me era la porta tra la Sardegna, che mi salvava la salute, e i posti amati in cui stavano i miei cari. Non è vero che i genovesi sono musoni, tornando da Torino, in cui per tre eterni mesi sono stata, arrivando a Genova ho sentito che il mare era vicino, ho risentito la gente parlare e scherzare, avrei baciato la terra. Una curiosità: nella piazza in cui c'è il monumento di Colombo, c'era una farmacia: lì compravo le compresse per il mal di mare e i cerotti da mettere dietro le orecchie... niente da fare! una volta ho preso la pasticca, messo i cerotti e una signora mi ha messo in bocca un travelgum, ma ho dato di stomaco lo stesso. Da allora meglio l'aereo sempre : )) ciao Carmen carissima, un bacione, irene

Irene ha detto...

mi sono riguardata tutte le foto, le stradine, la creuza, quel barocco poderoso che ti viene incontro, la lanterna, De Andrè che tanto amava la Sardegna, come me (anche se gli avevano fatto del male serio)... lui sapeva capire sempre, scusava tutto e amava tutti. Era amico di alcuni intellettuali sardi, alcuni anarchici. Ricordo il suo concerto a Cagliari, alla Semoleria. Quanto l'ho amato quest'uomo buono, di gran talento e valore e di grande umiltà...irene

Carmen ha detto...

Ciao Irene, innanzitutto grazie per la visita. La farmacia cui ti riferisci è la Pescetto di Genova Principe (vicino alla stazione ferroviaria), una delle più grandi di Genova. Amo molto De Andrè ed ho avuto la fortuna di conoscerlo e parlarci brevemente. Quando veniva a Genova amava fermarsi a fare colazione (con focaccia e vino bianco) nel famoso negozio di strumenti musicali di Gianni Tassio (suo amico) in via del Campo, proprio vicino a dove lavoro io.
Concordo con ciò che dici, Fabrizio era certamente persona speciale.

giacynta ha detto...

Bello Carmen. Ci si può innamorare di una città. Una città può suscitare emozioni in numero non minore a quello che può darti una classica relazione affettiva, sentimentale. Ed infatti il tuo elenco le racchiude tutte.

Carmen ha detto...

Cara amica, a te come ad Adriano, un semplice, emozionato ma immenso GRAZIE. Un bacio. Carmen

Ernest ha detto...

Belin se hai ragione!
La nostra città è un gioiello!
Splendide parole davvero
un saluto

Carmen ha detto...

Grazie per la visita mio caro concittadino. Buon weekend. Carmen

Condividi