giovedì 11 febbraio 2010

Poesia - Paul Verlaine

 

Il pleure dans mon cœur  (Romances sans paroles - 1874)

Il pleure dans mon cœur
Comme il pleut sur la ville;
Quelle est cette langueur
Qui pénètre mon cœur?

Ô bruit doux de la pluie
Par terre et sur les toits!
Pour un cœur qui s'ennuie
Ô le chant de la pluie!

Il pleure sans raison
Dans ce cœur qui s'éccœure.
Quoi! nulle trahison?...
Ce deuil est sans raison.

C'est bien la pire peine
De ne savoir pourquoi
Sans amour et sans haine
Mon cœur a tant de peine!



Piange nel mio cuore  (Romanze senza parole - 1874)

Piange nel mio cuore
Come piove sulla città;
Cos'è questo languore
Che mi penetra il cuore?

O dolce rumore della pioggia
Per terra e sopra i tetti!
Per un cuore che si annoia,
Oh il canto della pioggia!

Piange senza ragione
Nel cuore che si accora.
Come! Nessun tradimento!...
Dolore senza ragione.

È la pena maggiore
Il non saper perché
Senza odio e senza amore
Il mio cuore ha tanta pena!


4 commenti:

Lylouanne ha detto...

Magnifiquement écrit et dit, merci à toi et gros bisous LylouAnne

Anonimo ha detto...

Pleure Verlaine les amours blessés
Pleure Verlaine les coeurs délaissés

Pour toi, pauvre Verlaine
Il lui faudra beaucoup pleurer
Ce soir.
Adamo

Carmen ha detto...

Je ne connaissais pas cette chanson de S. Adamo, je vais la rechercher sur Y.T., grand mercì!

Irene ha detto...

Questa poesia me l'avevano fatta leggere da ragazzina e l'avevo mandata a memoria.
Poi un'altra che diceva: "Le ciel est noir, la terre est blanche, cloches carillonez gaiment... non mi ricordo più. Mi ricordo che quando ero a disagio o c'era freddo mi attaccavo a questi versi ripetendoli di continuo come una preghiera, mai ho capito perchè, mi calmavano... poi ti volevo dire che, anche se la musica mi piace tutta non ricordo mai chi canta, per esempio ho scoperto che mi piace Patty Smit, ma non sapevo chi fosse, la sentivo per caso e basta, ciao, irene

Condividi