sabato 27 marzo 2010

Scultura - Camille Claudel

Camille Claudel nasce  l’8 dicembre del 1864, a Fère-en-Tardenois, un piccolo villaggio francese situato  nella regione della Picardia.

 
Camille ha solo 19 anni quando, con la sua  carismatica bellezza ed il suo straordinario talento  nella scultura, riesce a sconvolgere la vita del grande maestro Auguste Rodin, che all’epoca aveva 43 anni  era sposato ed aveva un figlio. Camille diventa la sua amante e vive con lui  una complessa ed intensa relazione di  amore e lavoro.

Nel 1888 Camille incontra Claude Debussy con cui ha una breve relazione e l'anno successivo il rapporto con Rodin, sempre più tormentato, s'interrompe. La fine della relazione, durata dodici scandalosi anni (1881-1893), la porta alla follia. Quando lo stato di Camille si aggrava, il fratello Paul - diplomatico, poeta e drammaturgo cattolico - la fa ricoverare in un manicomio dove l'artista resta fino alla morte.  La scultrice decede il 19 ottobre 1943, 26 anni dopo Auguste Rodin.

Per conoscere meglio  Camille Claudel, consiglio la  lettura della breve ma toccante biografia curata da Francesca Santucci.

Musei dove è possibile ammirare le opere della scultrice

La valse
 
l'implorante

l'abandon

l'age mur

 Les Causeuses 

 niobide blessee

Immagini tratte dal sito dell'associazione dedicata all'artista



Molta follia (E. Dickinson)
Molta follia è saggezza divina
per chi è in grado di capire.
Molta saggezza, pura follia.
Ma è la maggioranza
in questo, in tutto, che prevale.
Conformati: sarai sano di mente
Obietta: sarai pazzo da legare
immediatamente pericoloso e presto incatenato. 


4 commenti:

Cristina ha detto...

Bravissima Camille, mi piace moltissimo. Ho visto qualcosa al Museo d'Orsay, l'age mur forse...
Buona domenica.
Cristina

edio ha detto...

Fantastico questo post !!!
Complimenti :-)
http://edio71.splinder.com/post/15968323/%E2%80%9CCamille+Claudel%3A+Storia+di+

liettapet@gmail ha detto...

Troppo sensibile e innamorata la nostra Camille. Chissà se ha continuato a lavorare in manicomio! Ho visto a Venezia una mostra di Rodin, bellissima. Non sapevo della sua relazione con la scultrice e mi dispiace molto che ancora una volta una storia interrotta possa portare alla follia!!!
Forse oggi con i nuovi farmaci si sarebbe salvata!!!!!!!!!!!!!
Paul Claudel l'ho studiato all' università, poi smessahy.baci baci baci Lietta

Francesca ha detto...

Era una grande.
Ciao.

Condividi