sabato 6 marzo 2010

Tempo libero - viaggi - forum


Dopo qualche post "serioso" stasera parlo di qualcosa di più leggero.
Pochi lettori del mio blog sanno che una mia antica passione è viaggiare (inteso come conoscere persone,  luoghi, usanze diverse), quando non posso farlo concretamente viaggio con la fantasia, leggo, osservo con attenzione materiale che vedo sul web e sogno...
Da giovane, prima di operare in ambito culturale, ho lavorato in agenzia di viaggi, ora quel lavoro è diventato diletto, mi diverto infatti ad organizzare per parenti, conoscenti ed amici, oltre che per me.
Non ho viaggiato molto, ciononostante credo di aver maturato esperienze diverse, da sola (diverse volte) e in compagnia, e di ognuna di queste  ricordo qualcosa di significativo, aneddoti, amicizie, imprevisti, qualche episodio inquietante, ma rivivrei tutto poichè, come dico sempre, "oggi, nel bene e nel male, sono il risultato di tutte le esperienze della mia vita fin qui, con altri vissuti alle spalle sarei certamente diversa, forse migliore, forse peggiore, chi lo sa...".
Per organizzare viaggi, dalla gita fuori porta, al weekend al tour ecc. mi avvalgo di riviste, guide dedicate ma, anche, molto dei contributi di altri viaggiatori postati in rete.
A questo proposito, fra tutti, consiglio un forum di viaggiatori, il Giramondo


Si tratta di una grande e partecipata comunità di viaggiatori, nata nel 2003,  che permette agli iscritti di condividere le proprie esperienze di viaggio, ed a tutti (quindi anche non iscritti) di leggerle.
La registrazione, semplice e del tutto gratuita, consente di  avere  un profilo personale, un proprio album fotografico, di creare una lista di amici, di creare un "Social Group",  un "Liveblog",  di postare diari e video di viaggio.

Forum Viaggi Il Giramondo 



"Tra vent’anni sarete più delusi per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Quindi mollate le cime. Allontanatevi dal porto sicuro. Prendete con le vostre vele i venti. Esplorate. Sognate. Scoprite." Mark Twain

4 commenti:

Anonimo ha detto...

J'ai lu un livre qui m'a fait comprendre ce qu'il y avait derrière le mot voyage et comment nos à priori sont battus en brêche par la réalité, par les rencontres d'un jour.
Un livre non, un voyage oui.
"Par les sentiers de la soie, À pied jusqu’en Chine
de Philippe Valéry"
Amitié à toi et beau voyage.
Bisous.
Yvon

Carmen ha detto...

Je ne connais pas cet écrivain (il est aussi photographe, c'est vrai?)
J'ai recherché sur Internet, il semble que en Italie n'existe pas ce livre.
J'ai lu beaucoup des livres de voyage, entre tous je peux te conseiller la lecture de "Un devin m'a dit" de Tiziano Terzani et "Ebène" de Ryszard Kapuściński, deux grands livres!
Merci Yvon, bonne dimanche, bisou et amitié chez Italie.
Carmen

Irene ha detto...

Dato che ho sempre dovuto viaggiare, lo faccio ancora, ma non con entusiasmo: i "doveri" hanno questo potere di smorzare i piaceri, però viaggio lo stesso...irene

Carmen ha detto...

E' sempre così, il dovere uccide il piacere. Pensa solo a quanti libri ora apprezziamo che quando andavamo a scuola (ed eravamo obbligate a studiarli) detestavamo!

Condividi