sabato 17 aprile 2010

L'empatia

Empatia, questa sconosciuta...

Tranquillo Cremona - in ascolto

L'empatia, il "mettersi nei panni di", non è comune  nell'uomo che, non educato, è naturalmente portato ad essere egoista e prevaricatore, lo  sviluppo dell’empatia va di pari passo alla maturazione della personalità, e richiede sensibilità, volontà, impegno, tempo e calma.
“Il presupposto di una interazione efficace e non disturbata è che ciascuna parte si accorga del punto di vista dell’altra” sosteneva Paul Watzlawick in “Pragmatica della comunicazione umana”.


Empatia=
  • riconoscere l'esistenza dell' "altro" e rispettarlo
  • saper ascoltare l'altro
  • immaginare/intuire cosa può sentire l'altro.
Con l'empatia si stabilisce una relazione, solo successivamente si può decidere di accettare e condividere i sentimenti dell'altro (simpatia) oppure di rifiutarli (antipatia) senza essere distruttivi (rispetto).
Posto un video un po' lungo ma, sia per le immagini che per le parole,  molto molto dolce, guardatelo fino alla fine.


7 commenti:

liettapet@gmail ha detto...

mai visto un documentario così commovente!!! fa bene al cuore osservare i comportamenti di animali grossi e feroci e l'amore che danno a piccole creature...lo sguardo disarmante della scimmia, i suoi occhi stupiti...eccezionale....baci Lietta

Cristina ha detto...

Magnifico, sono senza parole!

Cristina

Federica ha detto...

Impressionante, anzi choccante la parte finale del video!
Bello, lo farei vedere nelle scuole.
Un bacione cara Carmen.
Federica

J.M. ha detto...

E dopo 18 ore di auto sono riuscito a rientrare. Non riesco ad aggiornarmi, ti lascio solo un saluto.
J.M.

edio ha detto...

Un post davvero interessante e che fa riflettere !
Il finale di questo filmato è un pugno allo stomaco...

Ti auguro una splendida domenica :-)

Anonimo ha detto...

Un beau sujet pour nous faire réfléchir sur le sens de nos actions, notre relationnel.
On fait certaines choses d'instinct, d'autres par réflexion. On aura un élan vers celui ci, tel autre nous est étranger, indifférent, nous parait hostile, pourquoi?. Est ce de la chimie, des ondes qui nous guident ou bien notre culture qui impacte notre raisonnement, notre ressenti et nos décisions.
Voici un beau sujet de réflexion avec cette vidéo et sa triste fin, celle de cet homme laissé à terre sous le regard prudent des badauds.
Bisous à toi Carmen, je préfère l'élan du coeur à celui de la réflexion.

Carmen ha detto...

@Lietta: sono d'accordo, un video eccezionale seppur dalla fine sconcertante!
@Edio: come sopra.
@Cristina e Federica: Grazie!
@J.M.: Bentornato!
@Yvon: Parfois l'instinct, parfois la réflexion, c'est le mieux je crois.
Bisous.
@Tutti: grazie per le vostre graditissime visite.
Bacioni. Carmen

Condividi