venerdì 16 aprile 2010

Scultura d'arredo - le ceramiche Lenci

Mostra "L’avventura Lenci, ceramiche d’arredo 1927-1937"

Torino - Palazzo Madama
23 mar 2010 / 27 giugno 2010


Si tratta di una mostra dedicata alla manifattura Lenci (l'azienda famosa per il panno Lenci, qui un po' di storia), in particolare ad oltre 100 piccole e grandi sculture d'arredo create nei laboratori torinesi dell'azienda tra il 1927 e il 1937, affiancate da gessi preparatori, disegni e bozzetti. Oggetti molto "alla moda", che corrispondevano perfettamente al gusto borghese che si era formato nell'età déco, resi originali dal coinvolgimento di artisti come Sturani, Grande, Scavini, Tosalli, Chessa, Vacchetti, Jacopi, Beltrami, Formica che hanno ideato soluzioni personali e riconoscibili, sia innovative e aggiornate alle novità dell'arte contemporanea italiana, sia legate alla tradizione. Grazie al loro lavoro, nacque una scultura d'arredo che ebbe grande successo nel mercato nazionale e internazionale, sostenuto dalla presenza della manifattura torinese alle più importanti esposizioni di quel decennio. La mostra è accompagnata da un ciclo di conferenze di approfondimento. 

Sito Web di Palazzo Madama

Storia dell' "ars Lenci" su artericerca 

Altre info su:

Alcuni esempi di ceramiche Lenci

Mario Sturani - regime secco 

 Abele Jacopi - Marlene Dietrich

Mario Sturani - le signorine

Mario Sturani - vaso il mondo e la luna
 
Helen König Scavini - Colpo di vento

Giovanni Grande - Antilope 

Mario Sturani - Vaso maschera

Mario Sturani - Lampada - Scalata alle stelle

Mario Sturani - Capotreno 

Sandro Vacchetti - amore paterno
 
G. da Milano - Arlecchino e Arlecchina

Giovanni Grande - faunetto in frac e nudo femminile

Claudia Formica - la principessa e la rana

Helen König Scavini - il coniglietto

 Helen König Scavini - mamma sirena

2 commenti:

Federica ha detto...

Conoscevo solo il panno Lenci mentre ignoravo proprio l'esistenza delle ceramiche. Ho curiosato sul web ed ho visto prezzi abbastanza alti per gli esemplari in commercio presso gli antiquari.
Mi piacciono molto l'amore paterno e le ultime due. Grazie Carmen.
Buon fine domenica.
Federica

edio ha detto...

Io ero rimasto al panno Lenci...
Non si finisce proprio mai di imparare !
Ti ringrazio di aver postato queste splendide ceramiche :-)

Condividi