sabato 24 luglio 2010

Scultura - Oismane Sow

Da pochissimo tempo, grazie ad una amica bretone che ha postato un video a lui dedicato su YouTube, ho scoperto questo impressionante (nel senso migliore del termine) scultore senegalese e, facendo un po' di ricerche, ho letto che qualche anno fa ha esposto in Italia a Palazzo Grassi (VE) in occasione della chiusura della Biennale.





Ousmane Sow nasce a Dakar nel 1935. Benchè inizi a scolpire fin da ragazzo è solo dall'età di 50 anni che si dedica completamente alla scultura. Fino a quel momento, infatti, lavora come kinesiterapeuta.
Gran parte delle sue opere, particolarmente vigorose ed espressive, sono dedicate all'Africa. 
Ne sono rimasta talmente affascinata che, di certo, non perderò la sua prossima esposizione in Italia o, comunque, in una località europea facilmente raggiungibile.

Link:
"L'arte non può nutrirsi che della pace. L'artista può continuare a lavorare nelle situazioni conflittuali, ma non può avere la pretesa di interessare le persone a ciò che fa." 
Ousmane Sow




video intervista con lo scultore (in inglese)

5 commenti:

liettapet@gmail ha detto...

Queste sculture mi piacciono molto: rappresentano un ' Africa dolente, rassegnata, anche il guerriero ha un' espressione un po' persa. Ascolta sto scrivendo " quel che mi sembra e può essere sbagliatissimo".Sono donne che soffrono e non sanno o non possono ribellarsi ad una condizione di miseria, di durezza di una vita fatta di privazioni e di abusi. baci Lietta

Irene ha detto...

Grazie Carmen, per aver voluto mettere in rilievo le opere di questo scultore e anche un suo piccolo pensiero che mi ha molto colpito! Un bacione, ciao!!!!

Ismaele ha detto...

davvero bellissimo!

Francesca ha detto...

Impressionante, quasi inquietante.
Buona settimana Carmen.
Francesca

Carmen ha detto...

Bene, sono felice che sia piaciuto anche a voi! Se verrò a conoscenza di qualche sua esposizione in Italia gli dedicherò un post (oltre che andarla a vedere;-))
Baci baci baci

Condividi