domenica 15 agosto 2010

Poesia - Vladimir Majakovskij


All'amato me stesso

(Vladimir Majakovskij)


Quattro. Pesanti come un colpo.

"A Cesare quel che è di Cesare, a Dio quel che è di Dio".

Ma uno come me dove potrà ficcarsi?

Dove mi si è apprestata una tana?

S'io fossi piccolo come il grande oceano,

mi leverei sulla punta dei piedi delle onde con l'alta marea,

accarezzando la luna.

Dove trovare un'amata uguale a me?

Angusto sarebbe il cielo per contenerla!


O s'io fossi povero come un miliardario.. Che cos'è il denaro per l'anima?

Un ladro insaziabile s'annida in essa:

all'orda sfrenata di tutti i miei desideri

non basta l'oro di tutte le Californie!


S'io fossi balbuziente come Dante o Petrarca...

Accendere l'anima per una sola, ordinarle coi versi...

di struggersi in cenere.

E le parole e il mio amore sarebbero un arco di trionfo:

pomposamente senza lasciar traccia vi passerebbero sotto

le amanti di tutti i secoli.


O s'io fossi silenzioso, umil tuono... Gemerei stringendo

con un brivido l'intrepido eremo della terra...

Seguiterò a squarciagola con la mia voce immensa.

Le comete torceranno le braccia fiammeggianti,

gettandosi a capofitto dalla malinconia.


Coi raggi degli occhi rosicchierei le notti

s'io fossi appannato come il sole...


Che bisogno ho io d'abbeverare col mio splendore

il grembo dimagrato della terra?

Passerò trascinando il mio enorme amore

in quale notte delirante e malaticcia?

Da quali Golia fui concepito

così grande,

e così inutile?


9 commenti:

giacynta ha detto...

Ribelle, beffardo, abissalmente disperato... Mi hai fatto venir voglia di pubblicare ancora qualcosa su di lui. Bacio,
Giacinta

liettapet@gmail ha detto...

Hai sentito con quale voce dice;<> La poesia è splendida, come Carmelo che la recita..Lo so, la sua dizione è esagerata, ma è per questo che mi piace..sei tornata al lavoro? baci Lietta

liettapet@gmail ha detto...

ORO DI TUTTE LA CALIFORNIE

edio ha detto...

...un poeta molto interessante che ho conosciuto da queste parti...

http://www.malinconialeggera.splinder.com/tag/majakovskij+vladimir

Alessandra ha detto...

Ciao cara Carmen, grazie per la tua visita! Un bacione!!!

Carmen ha detto...

Si Lietta, lavoro sempre:-((((
Carmelo Bene, nel bene e nel male, era un fenomeno!

Grazie Edio, andrò a leggere il post che mi hai linkato. Mi piace moltissimo il blog di Linda, anche se lotto sempre col tempo, vorrei fare troppe cose rispetto a quelle che sono le mie possibilità, appunto, in termini di tempo.

Carmen ha detto...

Ciao Giacynta, ora passo a trovarti.

Irene ha detto...

Splendido Majakovskij, mi piace e mi fa sorridere. Anche Carmelo Bene, mi piace esattamente così come è. L'ho visto, un giorno in cui strappazzava i giornalisti tipo novella 2000, come solo lui sapeva fare. Poi in platea ha visto Aroldo Tieri. E subito, verso di lui, l'ho visto diventare umile e rivolgersi a lui con un immenso rispetto e una grande ammirazione. Peraltro ricambiati in pieno da parte di Aroldo Tieri. Gli voglio un gran bene, non lo so perché. Ciao e grazie!

Carmen ha detto...

Irene, ha detto bene Giacynta, beffardo, forse per questo a volte divertente. Carmelo, beh, un ribelle geniale, mi stava cordialmente antipatico se così posso dire, ma vederlo recitare nutriva la mia anima, non vedo altri al suo livello in questo momento... Bacioni

Condividi