lunedì 4 ottobre 2010

Genova - 40 anni dopo - ritorna la paura

7 - 8 ottobre 1970 (esperienza drammatica vissuta personalmente)










4 ottobre 2010  (fotogallery)  ritorna la paura. Oggi, a causa di impegni programmati, in via del tutto eccezionale sono andata a lavoro in auto. Viste le condizioni del tempo, però, tutti i miei programmi sono saltati, sono pertanto uscita dall'ufficio alle 15.30 per arrivare a casa alle 21.40 facendo un percorso che normalmente, in auto, copro in 20 minuti. In queste sei ore di "viaggio", confesso,  ho avuto momenti di paura, in alcuni punti della città sarebbe servito un mezzo anfibio ma, fortunatamente, pur con qualche difficoltà, sono riuscita a rientrare indenne.

4 foto fatte da me col telefono mobile dall'auto in condizioni assai precarie

Genova Sestri Ponente - qui avevano già risistemato un po' la strada

Genova Sestri Ponente - una catasta di auto

 
come sopra
Genova Sestri Ponente - uno dei tanti negozi allagati

 Foto tratte da un forum meteo



L'esondazione del torrente Chiaravagna (Genova Sestri Ponente). Nella foto n.1 tratta dal forum meteo si vede proprio la bella Via Sestri qualche ora dopo.

12 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Sono profondamente dispiaciuto. Intorno alle 20 di questa sera ho visto le foto fatte da conoscenti che erano appena arrivati da genova. 40 anni fa' sono ripartito da Genova in treno poche ore prima del disastro. La mia solidarietà.

Sara ha detto...

Ciao Carmen!
ieri ero anch'io a Genova, ma ero nella zona dell'archivio. Ho preso il treno per tornare a casa alle 13,58 ed era puntualissimo, in quel caos di pioggia mai vista. Il mio unico disagio è stato restare con gli abiti fradici per un paio d'ore, una cosa risibile rispetto a questo scempio. un abbraccio.
Sara

Francesca ha detto...

Ieri per percorrere Lungomare Canepa ho impiegato 3 ore!!!
Sestri Ponente oggi appare devastata, che tristezza...
Buona giornata Carmen

Carmen ha detto...

@tutti: stamattina sono passata da Sestri ponente (bassa), dove ieri sera (in via Merano, per chi la conosce) ho letteralmente galleggiato, e la situazione è veramente disatrosa, macchine sfasciate, negozi allagati, cumuli e cumuli di fango...resta la nota positiva cui aggrapparsi, nessuna vittima, e di questo sono felice.

@Sara: ti sarai mica beccata il raffreddore! Che ci facevi all'archivio? Avevi anche tu, per caso, l'esame di paleontologia? La prossima volta passa da me! Baci baci

giacynta ha detto...

Ciao Carmen cara, ho letto il tuo reportage ed ho visto in modo diverso il disastro sapendo che a "galleggiare" nella macchina c'eri proprio tu. Ti abbraccio
Giacinta

liettapet@gmail.com ha detto...

Mi dispiace che sei stata coinvolta in questo nubifragio!!! In un settembre di tanti anni fa è successa ad Ancona una cosa del genere ;ero piccola, ma mi sono molto spaventata.. Immagino tu... Che paura!!! E' vero che non ti è successo niente, ma può bastare uno sguardo intorno.. Che disastro, l'acqua spaventa e non sai più cosa fare ..Un forte abbraccio e un bacio ...ciao, amica mia!!!!!

edio ha detto...

Ho visto le drammatiche immagini al TG e mi sei venuta in mente...
Devono essere state ore di terrore, l'acqua in queste situazioni fa davvero paura !!!
Purtroppo ho già vissuto diverse alluvioni, non di queste proporzioni, ma quando ti trovi la casa allagata ti viene veramente da piangere :-(((

Carmen ha detto...

@ tutti: grazie per la vostra solidarietà. In effetti in due casi ho avuto paura, in coda, e con l'acqua al livello del sotto-portiera, l'auto (che, peraltro, attualmente manifesta alcuni problemi) non riusciva a ripartire.
In ogni caso, quando le cose si raccontano ciò significa che è andata bene! Buona settimana amici.

Anonimo ha detto...

Bonsoir Carmen,
Je viens de lire ton courrier et de mieux comprendre cet article.
Je suis étonné par la quantité d'eau tombée en si peu de temps et les dégats causés, Dieu merci tu t'en bien sortie même si tu as eu peur.
La Bretagne a une réputation usurpée, on était presqu'en sécheresse, il a plu beaucoup ces 3derniers jours mais rien à côté de Gênes.
Gros bisous,je te souhaite beaucoup de soleil pour sêcher tout ça. Yvon

Irene ha detto...

Ciao dolce Carmen. A noi dicono sempre che non c'è acqua, invece non ci sono fognature, e quando piove solo un po' alcuni muoiono annegati, specialmente dalle parti di Capoterra.
Mi spiace tantissimo per te, per i Liguri che mi sono così congeniali, mi spiace sul serio, un bacione!!!!

liettapet@gmail.com ha detto...

Carissima amica, cerca di andare avanti, fatti coraggio e ricordati sempre che sei viva dopo un' esperienza di grande paura...dai, fai la brava!!! Se capiti sul mio blog, leggi il 18 commento del post di Jovanotti a presto baci

Carmen ha detto...

@Yvon: Merci mon ami, heureusement c'est passé. Bisous et salut moi Mireille et la magnifique Bretagne.

@Irene: dopo l'alluvione del 70 sono stati fatti molti interventi sulla rete fognaria cittadina che si cerca di mantenere pulita. In questo caso, purtroppo, i problemi maggiori sono venuti dall'esondazione dei torrenti, i cui letti, al contrario, non sono mantenuti sempre puliti. Nel caso di Sestri ne sono esondati ben 3! Notizie dell'ultima ora danno ancora per disperso, quindi probabile morto, un uomo di 44 anni.

@Lietta: ho letto di corsa ma, vuoi mollare alla prima difficoltà??? Dai su, riprenditi e, quando hai voglia, spiegami via mail. Baci baci

Condividi