domenica 21 novembre 2010

Poesia - Christina Rossetti

Christina Georgina Rossetti (Londra, 5 dicembre 1830 – Londra, 29 dicembre 1894), sorella di Dante Gabriel Rossetti, William Michael Rossetti e Maria Francesca Rossetti, è stata  una delle più importanti poetesse inglesi del secolo scorso.
Il padre, Gabriele Rossetti, era un noto carbonaro e poeta italiano. La madre, Frances Polidori, era la sorella di un amico di Lord Byron, John William Polidori.

 
"Chi ha mai visto il vento?
Né io né te.Ma quando gli alberi chinano le loro teste, Il vento li ha attraversati.
"

un vecchio articolo su Il Corriere della sera

Ricordami
    Tu ricordami quando sarò andata
    lontano, nella terra del silenzio,
    né più per mano mi potrai tenere,
    né io potrò il saluto ricambiare.

    Ricordami anche quando non potrai
    giorno per giorno dirmi dei tuoi sogni:
    ricorda e basta, perché a me, lo sai,
    non giungerà parola né preghiera.

    Pure se un po' dovessi tu scordarmi
    e dopo ricordare, non dolerti:
    perché se tenebra e rovina lasciano
    tracce dei miei pensieri del passato,
    meglio per te sorridere e scordare
    che dal ricordo essere tormentato.

Ecce Ancilla Domini - Dante Gabriel Rossetti
(la modella è Christina) 

Miraggio

La speranza che ho sognato era un sogno,
soltanto un sogno, mi risveglio ora,
sconfortata, esausta e vecchia,
per un sogno.

Appendo la mia arpa a un albero,
un salice piangente in un lago:
lì appendo l’arpa ammutolita, logora e spaccata,
per un sogno.

Sta’ quieto, sta’ quieto, cuore infranto,
cuore silenzioso, stai quieto e spezzati:
la vita e il mondo sono cambiati, ed io stessa,
per un sogno.

Hans Anderson Brendekilde - A Wooded Path In Autumn
Vanità delle vanità

Di tutto ciò che cade, a questo mondo,
è la foglia d'autunno che al mio cuore
fa sentire il dolore più profondo.
Chi ci pensava, a primavera in fiore?
Il vasto mondo rideva ingemmato -
Sospira, canto alato.

A cento insidie minime e fatali
nel cammino di un giorno ci esponiamo:
è la mela bacata sopra il ramo,
l'uccello a cui si spezzano le ali,
la voce che cantò, che lenta muore.
Silenzio, suono e vista di dolore.-
Pietà, dolce Signore

14 commenti:

almacattleya ha detto...

Per un post sulla mostra I Preraffaelliti che c'è stata qui a Ravenna ho messo anch'io una poesia di Christina Rossetti.
Te la trascrivo qua sotto:

Un'altra primavera

Se mai vedrò un'altra primavera
non aspetterò i fiori dell'estate:
avrò subito il croco,
il mezereo rosso senza foglie,
i bucaneve venati di gelo e, raffinatezza estrema,
le violette bianche o azzurre,
la primula annidata tra le foglie:
tutto quanto sboccia subito, non tardi.
Se mai vedrò un'altra primavera
ascolterò gli uccelli diurni
che fanno il nido, cantano e si accoppiano,
non aspetterò l'usignolo solitario.
Ascolterò le greggi feconde,
le pecore con i bianchi agnelli,
saprò riconoscere la musica nella grandine
e in ogni vento che soffia.


Se mai vedrò un'altra primavera
pungente commento al mio passato
tutto ridotto a un "se" -
se mai vedrò un'altra primavera
riderò oggi, l'oggi è così breve,
nulla aspetterò:
userò l'oggi che non può durare
sarò contenta oggi e canterò.

liettapet ha detto...

Non conosco le sue poesie, ma ho avuto modo di leggerne qualcuna in varie occasione. Mi sono documentata e il suo primo volume di liriche è illustrato da suo fratello Dante. Christina condusse una vita ritiratissima, occupata soprattutto nell' assistenza alla madre ammalata e in pratiche religiose. E già questo stare molto spesso in casa mi fa pensare alla Emily americana. Le sue poesie sono caratterizzate da una semplicità e spontaneità espressiva, ma sono ricche di significato e di valore artistico.
L' intensità dei suoi versi la fa considerare una delle più grandi poetesse inglesi. Si nota che ho studiato???? Certo!! baci baci baci Lietta

giacynta ha detto...

Grazie Carmen! Mi hai fatto scoprire tantissime cose. Tra le tante, il legame tra il Goblin Market e Alice nel paese delle meraviglie. Molto belli i versi sul vento che hai inserito nella didascalia! Bacio grande!

Lara ha detto...

Una poesia dolce e penetrante, stupendi versi...
che tu hai meravigliosmante accostati alla magia di Brendekilde.
Rimarrei sempre qui sul tuo blog :)
E per questo ti ringrazio Carmen!
Ciao,
Lara

Carmen ha detto...

@alma: Magnifica, GRAZIE!
@Lietta: 8 ti va bene?;-)
@Giacynta e Lara: Grazie a voi di tutto cuore.
Un bacio e buona settimana a tutti!

Adriano Maini ha detto...

Poesie delicate. La famiglia Rossetti ha consegnato un grande lascito alla cultura europea.

Anonimo ha detto...

Oui ces vers me semblent bien doux comme un regard de femme, comme ces tableaux qui illustrent ton article.
Ce n'est pas une poésie obscure au service de l'imaginaire par la musique des mots et la cadence des phrases. Si la musique est là,le message en est clair.
C'est toujours difficile de capter la beauté et le sens d'un texte dans une langue qui n'est pas la sienne.
Pourquoi donc n'y at'il pas que deux langues: l'Italien musical et le Français littéraire ou le contraire.
Bisous Carmen.Yvon.

Cristina ha detto...

Ciao Carmen, grazie a te conoscevo già la Rossetti. Spero che le cose intorno a te migliorino presto, da parte mia ti aspetto. Un bacione.

Carmen ha detto...

@Adriano: non posso che concordare.Grazie per la visita.
@Yvon: j'adore Christine Rossetti!
l'Italien musical et le Français littéraire ou le contraire? Oui, je serai d'accord!;-) Bisous
@Cristina: al momento non molto ma cerchiamo di sopravvivere. Baciotti

@tutti: perdonate le mie assenze ma questo è un momento un po' impegnativo per me. In ogni caso spero di riuscire in qualche modo a mantenere i contatti con voi. Buon proseguimento di settimana a tutti! Bacioni

J.M. ha detto...

Tesoro, domani riparto, quindi, ti lascio un bacione.
J.M.

edio ha detto...

...un post davvero splendido :-) Complimenti !!!
Mi piacciono molto le poetesse di quel periodo, da Emily Bronte a Emily Dickinson (nata il 10 dicembre 1830, ovvero 5 giorni dopo Cristina ;-)

http://edio71.splinder.com/tag/rossetti+dante+gabriel

Irene ha detto...

non sapevo di queste parentele illustri, grazie Carminette : )
pregevolissimi versi
BACIONI!!!!!!!!!!!!

Costantino ha detto...

Ho scoperto qui bellissime poesie, grazie!

Serena Carraro ha detto...

Qualcuno sa lactraduzione dib" i loved you first "??? O dove la posso trovare.....

Condividi