lunedì 29 agosto 2011

Arte - Cesar Prada

Pittore (ma anche scultore) galiziano nato a Ourense nel 1951. Artista un po' naif, un po' cubista, di certo dotato di una magnifica e profonda espressività. Adoro il suo stile così come la scelta dei colori.
la sua pagina su  Facebook
















martedì 23 agosto 2011

Sicurezza stradale - i Paesi Europei più sicuri


Vediamo la classifica, pubblicata dall'interessante e ricchissimo portale  L'Internaute, dei Paesi Europei nei quali la condotta di guida è più diligente. I dati, raccolti e divulgati dalla Commissione Europea, si riferiscono al 2010.

1   Svezia 28*
2   Regno Unito 31*
3   Paesi Bassi 32*
4   Malta  36*
5   (ex aequo) Irlanda  e Germania 45*
7   Danimarca 48
8   Finlandia 51*
9   Slovacchia 53*
10 Spagna 54*
11 Francia 62
13 (ex aequo) Italia e Austria 66*
15 Slovenia 68*
16 Ungheria 74*
17 Cipro 75*
18 (ex aequo) Belgio e Repubblica Ceca 76*
20 Portogallo 79*

La classifica continua fino alla 27a posizione, fanalino di coda la Grecia.

(*)  decessi per milione di abitanti
Seguendo i link per ogni Stato considerato è possibile leggere la tendenza negli ultimi anni. 

Buona lettura e...buona guida a tutti!

mercoledì 17 agosto 2011

Scultura - Gerald Hack

Gerald Hack, nato a Ginevra nel 1965, vive  in Alta Savoia (Francia) in una casa, un antico convento del XVII sec. che, dal 1997 al 2001, ha "scolpito" a sua immagine.
Come lui stesso spiega, è dalla sua solitudine che trae ispirazione.

Galleria opere

alchimia

tenerezza

complicità

Pierrot

Arlecchino

il sognatore

manipolazione

 l'oblio


Incontro di due mani

Incontro di due mani
in cerca di stelle,
nella notte!
Con che pressione immensa
si sentono le purezze immortali!
Dolci, quelle che dimenticano
la loro ricerca senza sosta,
e incontrano, un istante,
nel loro circolo chiuso,
quel che cercavano da sole.
Rassegnazione d'amore,
tanto infinita come l'impossibile!
J.R.Jimenez




martedì 9 agosto 2011

Fotografia - Phil Borges

Phil Borges fa parte dei “maestri artisti” della fotografia americana e non che, da oltre 25 anni, documenta con passione la vita delle popolazioni tribali di tutto il mondo, utilizzando il veicolo del “ritratto ambientale” per sollevare le problematiche delle popolazioni indigene e per diffonderne la loro conoscenza.
Una fotografia tesa a dar voce a chi non ce l’ha, a chi è ormai così troppo lontano dal nostro mondo moderno occidentale – dalla nostra quotidianità troppo accelerata. ..





Pluripremiato per il suo impegno umanitario, nel 2008 ha collaborato con Amnesty International per la pubblicazione di “Enduring Spirit”: una mostra ed un catalogo per celebrare il cinquantenario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.
Nel 2003 ha ricevuto il premio umanitario Lucie al 1° Annual International Photografy Awards.
Ha, inoltre, al suo attivo innumerevoli collaborazioni da National Geographic a Discovery per documentari che indagano sulle culture indigene che mantengono un dialogo spirituale col mondo naturale.
Nel suo libro “Tibetan Portrait, the power of compassion” rappresenta gli individui appartenenti ad una cultura profondamente spirituale, che sono stati emarginati e sfollati dalla loro patria. 

Fonte (articolo completo)








mercoledì 3 agosto 2011

Francia - bacino di Arcachon - la "Dune de Pyla"

La "Dune de Pyla" (o di Pilat), in lingua locale Patois, la duna più alta d'Europa (lunga 3 km, larga 500 metri e alta oltre 100 metri) si trova in Aquitania alla fine del Golfo di Guascogna, nel bacino di Arcachon.
Per raggiungerla da Bordeaux (75 Km. circa) prendere la SS per San Sebastian -  Bayonne - Mont-de-Marsan -  Bassin d'Arcachon (uscita). Proseguire poi per la Teste-de-Buch e Pyla-sur-mer. Qui troverete le indicazioni per la Duna dove c'e' un grande parcheggio con aree di ristoro, negozi e aree pic-nic in mezzo al verde.
La Duna è circondata da  fitte e rigogliose pinete e dall'Oceano Atlantico. La sommità è raggiungibile salendo una scala (un po' ripida) posta allo scopo di facilitare l'ascesa. Dall'alto la vista è incantevole, stupefacente direi,  e ripaga ampiamente la breve fatica compiuta per la salita.








Rientro da due settimane di vacanza dopo un periodo di superlavoro. Non sono ancora "a regime", perdonate l'assenza. Con la speranza di riprendere, a breve, il ritmo giusto nel frattempo vi abbraccio ringraziando per le vostre visite, i vostri commenti, ed augurando delle magnifiche vacanze a chi è in procinto di partire. A presto!

Condividi