martedì 28 febbraio 2012

Beni culturali - un patrimonio da salvare II

Da quando ho pubblicato questo post le cose non sono cambiate, anzi, sono peggiorate!
Inutile dire che usciamo largamente perdenti dal confronto con altri paesi europei quali, per esempio, Francia e Germania i cui Ministeri della Cultura, nonostante la crisi finanziaria mondiale,  non hanno subito tagli ai budget dedicati al settore, budget già molto più alti rispetto al nostro.  C'è da dire che politici e  cittadini di questi ma anche di altri Paesi vanno fieri del proprio patrimonio culturale, patrimonio considerato una vera e propria ricchezza, una specie di  industria oltre che la  presentazione, ergo, il biglietto da visita  della propria società agli occhi del mondo.
Per chi non avesse visto la puntata di domenica  di Presa Diretta.


Un interessante, ancorché inquietante, articolo apparso oggi  sul Corriere della Sera:
Volontari stanno adoperandosi per ripulire la necropoli di Cerveteri saccheggiata da ignoti (?) con l'obiettivo di far decadere la tutela Unesco per costruire.


Ed infine, dal sito del  FAI leggiamo:

Dalla direzione generale alle biglietterie, i giovani italiani d'eccellenza ‘occupano' il Louvre

‘Ah, les Italiens', non solo Raffaello, Leonardo e Botticelli, ma sono tanti altri gli italiani che occupano gli ambienti parigini del Louvre: italiano è Salvatore Settis, presidente del comitato scientifico, italiano è Mario Bellini, l'architetto che si sta occupando della realizzazione della nuova ala dedicata alle Arti Islamiche, e provengono dal nostro Paese anche il responsabile delle biglietterie e le giovani responsabili della programmazione dell'Auditorium e del Dipartimento delle arti grafiche. Ma certamente la vera sorpresa è Claudia Ferrazzi, la giovane donna di soli 34 anni,che è arrivata all'ambito ruolo di vice-amministratore generale, al terzo posto nella scala gerarchica del Louvre. Una squadra di eccellenze italiane che, lasciato un Paese indifferente, ha trovato spazio e riconoscimento in uno fra i più prestigiosi musei del pianeta. E forse, al di là delle capacità di gestione e delle strategie della politica culturale d'oltralpe, il successo della cultura in Francia è anche il risultato della capacità di spalancare le porte ai giovani talenti, di riconoscerne i meriti...

continua qui

sabato 25 febbraio 2012

Ricordando Enzo Sellerio

E' mancato quelche giorno fa Enzo Sellerio, 88 anni, fondatore dell'omonima casa editrice, gestita dalla ex moglie Elvira, scomparsa nel 2010.  Una vita, la sua, spesa fra editoria e fotografia... Ed a proposito di quest'ultima attività, forse meno nota, vediamone qualche esempio.


Cefalù - 1958


Palermo - 1962

Un video: La Sicilia nelle fotografie di Enzo Sellerio

sabato 18 febbraio 2012

Ricordando i Peanuts... Grazie Schulz!



Ed infine, a tutti voi




domenica 5 febbraio 2012

Arte - Amanda Cass

L'amore...
la libertà...
i sogni... 


"Se uno sogna da solo, è solo un sogno.
Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)








Link:

Oggi ho messo insieme un po' di immagini e costruito questo piccolo video. Buona visione!





Condividi